Sei qui: Home
comunità montana Alento Monte Stella

Palazzo Cagnano a Laureana (sede della comunità montana)

La Regione Campania non riceve i rappresentanti delle comunità montane e i sindaci

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da Administrator    Mercoledì 21 Settembre 2011 14:15

NAPOLI – Non sono stati ricevuti i rappresentanti delle comunità montane e i sindaci che da stamattina stanno presidiando la Regione Campania. Oltre trecento persone tra amministratori, lavoratori e sindacati delle tra Comunità Montane Gelbison e Cervati, Alento-Montestella e Lambro e Mingardo sono stati lasciati in mezzo alla strada perché dalla Regione hanno fatto sapere tramite un usciere che “…non ci sono risposte da dare”. Il dramma lavorativo di intere famiglie è così gettato alle ortiche nonostante “…sono da più di tre mesi – afferma il presidente della Comunità Alento e Montestella Emanuele Giancarlo Malatesta – che stiamo chiedendo alla Regione un incontro per capire se i fondi promessi e che possono rappresentare un toccasana per i tanti lavoratori che rischiano di rimanere senza occupazione vengono finalmente a essere destinati. Evidentemente – continua Malatesta – il disagio non è percepito dagli amministratori regionali che continuano a respingere le legittime istanze di chi vive quotidianamente i nostri territori. Non ricevendoci questa mattina – conclude – si è segnato ancora di più un distacco tra amministratori e amministrati”. Mentre il presidio davanti alla sede regionale continua si stanno già preparando le prossime forme di lotta che saranno inscenate nei prossimi giorni.

 

Ricorso contro la Regione Campania

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da Administrator    Venerdì 09 Settembre 2011 14:08

LAUREANA CILENTO - Ricorso contro la Regione Campania perché non è stato rispettato l’accantonamento dei fondi per garantire i livelli occupazionali dei lavoratori a tempo indeterminato così come previsto dalla legge finanziaria regionale. E’ stato presentato dalla Comunità Montana “Alento-Montestella” che con delibera numero 79 dello scorso 29 agosto ha dato mandato agli avvocati Barbato Iannuzzi e Aniello Lamberti di presentare il ricorso. “Nonostante l’incontro – spiega il presidente della Comunità Montana Emanuele Giancarlo Malatesta – che ho avuto con l’assessore regionale Vito Amendolara non c’è stata alcun passo in avanti. Resta la forte preoccupazione di dover licenziare gli operai a ottobre perché non riusciamo più a pagare loro gli stipendi”. Sul lastrico si ritroverebbero non solo i lavoratori direttamente coinvolti con le rispettive famiglie, ben 142, ma anche lo stesso territorio che si vedrebbe privato di un servizio necessario sia nella stagione estiva per il contrasto degli incendi sia in quella invernale quando sono frequenti i dissesti idrogeologici. “Con la delibera di Giunta regionale dello scorso 19 luglio sono stati stanziati 80 milioni di euro contro i 92 milioni di euro ipotizzati dalla cabina di regia e a fronte dei 104 milioni di euro che sarebbero indispensabili. – afferma Malatesta - Il fabbisogno delle risorse aggiuntive di cui avremmo bisogno è di 1.300.000 euro”. Nel frattempo l’Ente montano con sede a Laureana Cilento ha liquidato lo stipendio di giugno “…grazie a un’anticipazione di cassa – conclude il presidente – che non ci potremmo più permettere perché i fondi sono terminati”.

 
Altri articoli...
Pagina 10 di 12

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedi la nostra cookies policy.

Accetta i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information